Anteprima: Gran Premio della Malesia 2014

SepangKUALA LUMPUR – Dopo due settimane di attesa, torna in pista la Formula 1. Siamo al secondo appuntamento stagionale, ormai un classico, in Malesia.

Il Gran Premio d’Australia ci ha detto tutto e niente, visto che la superiorità della Mercedes sembra piuttosto netta, mentre per il resto del gruppo il punto interrogativo è d’obbligo, così come questa nuova Formula 1, sempre più criticata e meno apprezzata dai tifosi e da qualche pilota.

Temi del weekend.

Hamilton1–          Mercedes due spanne sopra tutti? Forse anche tre, perché la superiorità mostrata in Australia è stata disarmante. La squadra tedesca ha speso quasi 100 milioni per questa nuova Formula 1, ed i risultati sono stati evidenti subito, con Nico Rosberg vincitore con tanti, troppi secondi su Ricciardo (poi squalificato), nonostante la Safety Car. Sembrava il Vettel di Singapore 2013, inarrivabile. Ma in Malesia c’è l’incognita caldo e meteo. Le carte potrebbero essere rimescolate facilmente.
Ma non è tutto rose e fiori: dall’altra parte del muretto c’è il primo “Pole-man” della stagione, che dopo quattro giri è stato costretto al ritiro per i problemi alla Power Unit, che verrà adoperata nuovamente in Malesia. Azzardo? Staremo a vedere.

 

–          La Ferrari è sicuramente alla ricerca di un riscatto: il quarto posto di Alonso ed il settimo di Raikkonen, ottenuti dopo la squalifica di Ricciardo, non sono certamente i piazzamenti sperati all’inizio. Ormai da anni i tifosi del Cavallino sono abituati a queste partenze non proprio esaltanti, con una parentesi di inizio 2013 che non può certamente accontentare gli appassionati della Rossa. Raikkonen e Alonso sono convinti che la Ferrari abbia molti margini di miglioramento.

 

raikkonen alonso ferrari–          La Red Bull è certamente migliore di quanto potessimo aspettarci. Ricciardo a Melbourne, al di là della squalifica, ha dimostrato come la Red Bull sia in parte migliorata, prendendo un secondo posto insperato dopo i test. Dall’altra parte però c’è un Vettel nervosetto: test andati malissimo, ritiro dopo cinque giri in Australia, e una poca simpatia verso questa nuova Formula 1: “Il suono dei motori è una m….”.
Per non parlare di come Didì Mateschitz, patron della Red Bull, sia molto infastidito dalla politca e da come si stia trasformando questa Formula 1, minacciando un clamoroso addio della squadra austriaca nel prossimo futuro.

 

–          La Williams e la McLaren cercano conferme: i due team “satelliti” della casa Mercedes hanno certamente confermato che montare la Power Unit tedesca sia un grosso vantaggio, ma anche le due scuderie inglesi hanno finalmente costruito due vetture all’altezza, facendo dimenticare ai rispettivi tifosi l’annata estremamente deludente del 2013. Sepang sarà la conferma dopo l’ottimo inizio di Melbourne, con Felipe Massa che scalpita dopo aver percorso solo 400 metri in Australia per colpe non sue.

 

Mosaico Sky f1Orari TV.

Tutto il weekend sarà in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD.
Venerdì alle ore 3.00 ed alle ore 7.00 le due sessioni di prove libere. Rai Sport 2 trasmetterà la sintesi delle due sessioni alle 11.30 ed alle 22.00.
Sabato prove libere in diretta su Sky alle 6.00, le qualifiche scatteranno alle 9.00, mentre Rai 2 trasmetterà la differita integrale delle prove ufficiali alle 14.00.
La gara domenica alle 10.00 in diretta su Sky, differita su Rai 1 alle ore 14.00.

Vi ricordiamo inoltre che nella notte tra sabato e domenica ci sarà il cambio di ora: orologi spostati avanti di un’ora quindi.
Infine MotorSport Italia come sempre accompagnerà ogni sessione con riassunti, approfondimenti ed interviste.

 

About Giuseppe Marino

Giuseppe Marino, 23 anni di Messina. Studente di Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Amo il Calcio, la Formula 1, la MotoGP e l'Indycar. Obiettivo: poterle raccontare a milioni di persone con competenza e passione. Twitter: @Peppe16Marino