Harvey si aggiudica gara 2 a Monza. Rimonte fantastiche di Kvyat, Daly ed Ellinas.
08 Settembre 2013 - 9:22
|

MONZA – Jack Harvey vince la seconda manche della GP3 a Monza. Il pilota della ART Grand Prix, scattato molto bene, ha sempre mantenuto saldamente il comando e ha tagliato il traguardo da vincitore. Decisiva per Harvey la partenza, dove Niederhauser è rimasto fermo ed è poi stato tamponato dal compagno di squadra Fontana. La GP3 ha introdotto per Monza delle nuove mappature del motore per favorire i sorpassi, ma ci sono stati diversi problemi perchè la prima marcia lunghissima veniva vista dal sistema elettronico come un’anomalia, creando un repentino taglio di potenza al motore. E’ per questo motivo che Niederhauser non si è mosso dalla griglia.

Sempre alla partenza, Cullen si è dimenticato di frenare e ha preso in pieno Venturini e Fumanelli. Venturini si è dovuto ritirare, Fumanelli è rientrato ai box kvyat monza 2013 gara 2per cambiare l’ala posteriore. Dopo la safety car Harvey ha guadagnato qualcosina sugli avversari, con Sims che da secondo è scivolato subito indietro. Regalia ha guadagnato il secondo posto, ma prima è stato infilato da Williamson, e a 5 giri dalla fine anche dal rivale in campionato Kvyat. Il russo ha poi superato anche Williamson due giri dopo, ma Harvey era già troppo lontano. Quindi Regalia ha chiuso in quarta posizione e ha perso altri punti su Kvyat. Grandissima gara per Daly ed Ellinas, che partivano dal fondo. Daly ha raggiunto la zona punti proprio all’ultima curva dell’ultimo giro, passando Sainz jr: il pilota della ART è riuscito anche a realizzare il giro più veloce della corsa. Ellinas, invece, ha chiuso undicesimo, mentre Zonzini e Fumanelli hanno terminato la corsa fuori dalla zona punti.

Da segnalare infine altri due spettacolari incidenti: alla Parabolica Ericsson, che girava senza ala posteriore dopo il crash alla partenza, ha spedito fuori Yelloly, mentre a tre giri dalla fine Fong è volato sopra Samin Gomez sul rettifilo principale, terminando così un duello a suon di sportellate.

Non ci sono commenti

Protected by WP Anti Spam