Horner: “Pochi giorni di test per preparare al meglio il 2014”
06 Gennaio 2014 - 11:08
|

horner-red-bull-massaIn un’intervista rilasciata ad Autosport, il team principal della Red Bull Chris Horner ha espresso più di qualche dubbio sul numero di test che la Federazione concederà alle scuderie in previsione della prossima stagione. Il 2014 sarà un anno ricco di cambiamenti e considerando l’enorme complessità del progetto turbo ogni team avrà bisogno di percorrere più chilometri possibili in pista. Secondo Chris Horner, le attuali tre sessioni invernali (Jerez, Sakhir, Sakhir) non bastano per arrivare preparati al primo appuntamento dell’anno in Australia. Le squadre, durante la passata stagione, hanno più volte chiesto di aggiungere un’ulteriore sessione di test ma la Federazione ha sempre respinto questa proposta. Preparare il 2014 con “solo” 12 giorni di test risulta un’impresa assai improbabile e quindi sarà interessante vedere che tipo di lavoro verrà portato avanti da ogni scuderia. Una cosa è certa: queste dichiarazioni del team principal della Red Bull confermano che i team sfrutteranno al 110% ogni minuto delle prossime sessioni di test invernali.

Vi riportiamo le dichiarazioni di Chris Horner: “Come già accaduto nel 2009, ad inizio stagione le idee fluiranno molto rapidamente. Negli ultimi anni abbiamo dimostrato che possiamo sviluppare efficacemente la vettura, speriamo solo che anche quest’anno sarà così. L’affidabilità sarà un aspetto fondamentale nelle prime tre o quattro gare tanto che alcune squadre saranno impegnate a trovare una soluzione ai problemi che si potranno presentare. È inevitabile dato che 12 giorni di test non sono sufficienti per un cambiamento di regolamento così importante. Ci saranno sicuramente già dei problemi con questi propulsori”.

Non ci sono commenti

Protected by WP Anti Spam