Il bellissimo caso di Dead Stoneman: dalla lotta al cancro alla lotta in pista.
02 Novembre 2013 - 23:20
|

482411_605924279465861_1096193087_nCerte volte la vita ci riserva delle bellissima sorprese, alcune situazioni che ci permettono di tornare a sorridere dopo un periodo non proprio felice. Questo è il caso di Dean Stoneman, ventitreenne pilota inglese ex-campione della Formula 2. Un personaggio abbastanza sconosciuto, un ragazzo che qualche anno fa ha intrapreso la un’avventura nel motorsport come tanti altri giovani in giro per il mondo. Il pilota inglese, dopo aver conquistato il titolo in Formula 2 e un pre contratto in WSR, ha visto la propria carriera chiudersi in maniera quasi brutale davanti ai propri occhi. Stoneman infatti, nel lontano 2010, ha affrontato una delle sfide più importanti che la vita ci può mettere davanti: una lotta a un cancro ai testicoli, una partita a scacchi con una delle malattia più fastidiose presenti nel nostro mondo.

DSC_0471-001Il pilota inglese è tornato in pista proprio quest’anno in alcune categorie secondarie, ma il vero colpo è arrivato nella giornata di oggi. Nonostante una lunga inattività dagli autodromi e soprattutto dalle monoposto, Stoneman ha preso parte al penultimo appuntamento del campionato GP3 allo Yas Marina Circuit, precisamente in sostituzione di Aaro Vainio della Koiranen GP. Una grandissima possibilità che Dead non si è lasciato sfuggire: in gara 1 l’inglese ha portato a casa uno splendido sesto posto che gli fa ben sperare per il futuro e che zittisce tutta la gente che non credeva in un suo ritorno alle monoposto. Il caso di Stoneman è un esempio per tutti, un grandissima sfida vinta contro se stesso e contro i pregiudizi della gente. In attesa di gara 2, il pilota della Koiranen GP si gode questa piccola impresa e una prestazione che potrebbe regalargli un futuro che fino a qualche tempo fa sembrava utopia.

Non ci sono commenti

Protected by WP Anti Spam