Sergey Sirotkin e Carlos Sainz JR subito protagonisti ad Aragon

rbr_wsr_sr-100107Primi giri in pista e prime gerarchie già stabilite. La prima sessione di test WSR della stagione ha regalato alcuni spunti davvero molto interessanti che riguardano le gerarchie che vedremo dalla prossima stagione. Una sessione intensa, dove Sergey Sirotkin e Carlos Sainz hanno dimostrato di puntare al bottino pieno per quanto riguarda il prossimo campionato. Il pilota russo, da poco passato tra le fila del team Fortec, è apparso parecchio in forma già dalla prima giornata di test sul circuito di Alcaniz, riuscendo addirittura a chiudere al comando la terza e ultima giornata ad Aragon. Sirotkin è sembrato subito in forma sia sull’asciutto e sia sul bagnato, visto che durante la terza giornata di prove la pioggia si è resa parecchio protagonista. Da notare che Sergey non ha sofferto le condizioni di umido, visto che è stato uno di pochi a non incorrere in gravi problemi di guida sulla pista bagnata.

wsr av formulaLo stesso sicuramente non possiamo dire per Carlos Sainz: il pilota spagnolo, neo alfiere del team Arden, ha si mostrato un ottimo passo sull’asciutto, però sul bagnato ha messo in evidenza qualche piccolo problema di feeling con la monoposto. Una Dallara WSR risulta certamente più potente rispetto a una vettura GP3, e questo particolare, soprattutto sul bagnato, Carlos Sainz l’ha ben messo in evidenza. In ogni caso siamo abbastanza certi che il giovane pilota spagnolo saprà migliorarsi nel corso delle prossime sessioni. Ad Alcaniz si sono messi in evidenza anche Luca Ghiotto (Draco), Pierre Gasly (Arden) e Olivier Rowland (Fortec), con gli ultimi due che hanno chiuso la propria tre giorni all’interno della top five generale del tempi. Soprattutto Gasly è riuscito ad adattarsi velocemente alle nuove Dallara WSR, risultando fin da subito veloce in tutte le condizioni. Una bellissima conferma per un pilota che è appena entrato all’interno del programma giovani della Red Bull. Appuntamento tra un mese (24 – 25 – 26 Marzo) per la seconda sessione di test invernali sul circuito di Jerez.

BhfzQARCUAA5teR

About Roberto Valenti

Roberto Valenti, 19 anni da Palermo. Studente di Ingegneria presso l'Università degli Studi di Palermo. Editore a tutto campo presso MotorSport Italia. Profilo Twitter: @RobertoVal94.